Rassegna di incontri delle AUSL romagnole su iniziative a contrasto della violenza di genere

Fonte: AUSL Forlì (link alla comunicazione originale)Image

La diffusione della conoscenza sul fenomeno della violenza contro le donne e la specificità degli interventi sul suo contrasto sono al centro di una serie di incontri che partiranno mercoledì 30 ottobre 2013 presso il Teatro Verdi di Cesena e a Forlì il 19 dicembre, presso il Salone Comunale, Piazza Saffi.

Violenza sulle Donne”: priorità e strumenti in Area Vasta Romagna“. Da ottobre a marzo è in programma un ciclo di quattro incontri nei territori delle Ausl di Area Vasta Romagna per approfondire le tematiche legate a questo fenomeno, che oggi coinvolge il 30% della popolazione femminile mondiale, le sue implicazioni socio sanitarie e la rete di contrasto.

La violenza sulle donne è oggi un problema di grande attualità, che sempre più spesso occupa le pagine di cronaca nazionale e che a livello sanitario ha importanti ricadute economiche sul sistema. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità rappresenta un’emergenza di sanità pubblica di proporzioni epidemiche, che a livello globale coinvolge il 30% della popolazione femminile.

A questa problematica è dedicato un ciclo di incontri promosso dalle quattro Aziende di Area Vasta Romagna sul tema della “Violenza sulle donne e Salute di Comunità”. Una occasione per confrontarsi e condividere programmi di intervento unitari sui territori, che puntino sull’importante coinvolgimento di tutti i soggetti, a vario titolo interessati nell’azione di contrasto alla violenza di genere e di promozione del benessere della comunità.

Obiettivo ultimo è quello di creare una rete di servizi omogenea e in grado di sostenere e supportare le donne vittime di violenza, valorizzando il patrimonio di esperienza maturato nei singoli territori.

Gli incontri, della durata di 6 ore ciascuno, si svolgeranno nei territori delle quattro Aziende Sanitarie di Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini, a partire dal 30 ottobre fino al 20 marzo. Sono rivolti agli operatori di settore (in particolare operatori sanitari, assistenti sociali, operatori dei centri donna e dei centri per le famiglie, forze dell’ordine e associazioni di volontariato) per fornire strumenti teorici e metodologici attraverso cui rilevare, leggere e comprendere la violenza di genere, in ambito sociosanitario, nonché modelli operativi e strumentali per la gestione e il contrasto del fenomeno.

Il primo appuntamento si terrà a Cesena al Teatro Verdi (via Sostegni 13) mercoledì 30 ottobre. “Il bisogno” è il tema dell’incontro, incentrato sulla diffusione della conoscenza sul fenomeno della violenza contro le donne e la specificità degli interventi sul suo contrasto. Interverranno le autorità locali, dirigenti dell’Ausl, esperti del settore e alcuni rappresentanti delle forze dell’ordine.

Il secondo incontro, in programma il 19 dicembre a Forlì nel Salone Comunale (p.zza Saffi, 8), vede coinvolta l’Ausl di Forlì. Tema della giornata formativa è “Il rischio”, con un focus sul ruolo degli operatori sociosanitari nell’individuazione e riconoscimento degli episodi di violenza sulle donne.

Il ciclo di incontri prosegue nell’anno nuovo a Rimini, alla Sala Smeraldo (via Coriano 38), il 21 febbraio. Il tema di questa terza sessione è “Il Danno”: interverranno professionisti dell’Ausl di Rimini e le autorità locali a sottolineare come la violenza contro le donne sia un potente fattore di rischio per la salute. E questo richiede un approccio al problema integrato da parte di strutture aziendali e società civile.

Il quarto e ultimo appuntamento è in programma a Ravenna, il 20 marzo 2014: presso la Sala A. Martignani (Largo Chartres, 1). Medici ed esperti del settore insieme alle autorità locali faranno il punto sul tema “Il futuro”, che chiude il ciclo di incontri. L’attenzione sarà focalizzata sulla rete di contrasto alla violenza contro le donne e sui possibili sviluppi per affrontare il problema, in particolare saranno trattati gli aspetti relativi agli interventi nei confronti degli uomini maltrattanti, quale direttrice di lavoro che sarà necessario implementare nel futuro.

Gli incontri sono stati organizzati dal Gruppo di Lavoro di Area Vasta Romagna composto da Marisa Bianchin, Direttore del Distretto di Lugo-Ausl di Ravenna, Lucio Boattini, Direttore del Distretto Ausl di Forlì, Antonella Brunelli, Direttore del Distretto Rubicone-Ausl di Cesena, Patrizia Picchetti, della direzione del Distretto Ausl di Forlì, Mara Maffia Russo, responsabile del progetto Dafne contro la violenza alle donne dell’Ausl di Rimini, Germana Nuti, referente Area Disabili e Consultorio Familiare dell’Ausl di Cesena.

 

 
Per tutte le informazioni è possibile scaricare il depliant da qui e la locandina da qui
Annunci

CTM Open Day – Lunedì 25 Novembre

CTM open day

In occasione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne“, il CTM-Centro Trattamento Uomini Maltrattanti di Forlì propone il suo primo Open Day.

Durante il pomeriggio di Lunedì 25 Novembre, presso la nostra sede di Via San Martino 13 nel centro storico di Forlì (mappa) proporremo una serie di attività di sensibilizzazione ed informazione sul tema, rivolte a tutti gli interessati ed a partecipazione totalmente gratuita.

Scarica la brochure informativa

Ciclo di incontri gratuiti “Violenza di Genere: La Parola agli Uomini”

Associazione Culturale DELFI e CTM di Forlì invitano a partecipare ad una rassegna di incontri sul tema della violenza di genere e del trattamento degli uomini autori di violenza dal titolo “Violenza di genere: La parola agli uomini“.

La rassegna propone quattro incontri a cadenza settimanale tra i mesi di Ottobre e Novembre 2013 (17 e 24 Ottobre, 7 e 14 Novembre), a Forlì. Gli incontri sono rivolti sia a chi opera per il supporto nei casi di violenza domestica, sia ai privati cittadini interessati alle tematiche trattate.

La partecipazione è totalmente gratuita, è sufficiente inviare una mail di conferma con nominativo e contatti all’indirizzo ctmforli@gmail.com entro e non oltre Giovedì 10 Ottobre 2013.

Per motivi logistici saranno accettate le prime 20 richieste di partecipazione. Chi non rientra nel numero massimo sarà informato per le edizioni successive, con priorità di iscrizione.

Al termine del ciclo di incontri verrà rilasciato un attestato di partecipazione.
Preghiamo altresì di sostenere l’iniziativa dandone comunicazione presso i propri contatti e diffondendo il materiale informativo.

Scarica il volantino informativo (pdf)

Articolo sull’incontro “Uomini contro la violenza” su romagnapost.it

Articolo di Elena Dolcini per il portale multiblog romagnapost.it sull’incontro recentemente organizzato dal Comune di Forlì, Centro Donna Forlì e CTM dal titolo “Uomini contro la violenza di genere“.

romagnapost

Sconfiggere la Violenza di Genere attraverso un’attenta analisi comportamentale e di trattamento.

Di Elena Dolcini, 10 maggio 2013 (link all’articolo originale)
Ieri, giovedì 9 maggio 2013, il Centro Trattamento (Uomini) Maltrattanti ha organizzato presso la sala Randi del Comune di Forlì un pomeriggio di lavori sul tema della violenza contro le donne; per scientificità e profondità di riflessione, gli interventi dei quattro psicologi responsabili del CTM di Forlì si potrebbero definire vere e proprie lezioni magistrali dall’ammirevole qualità teoretica e pratica.
Il pubblico, con l’unica nota dolente di essere composto da solo DUE uomini, ha reagito e partecipato con interesse perché l’argomento eloquentemente affrontato da Daniele Vasari e compagni non solo è sulla bocca di tutti negli ultimi mesi, ma rappresenta un tabù, ciò che nell’immaginario collettivo andrebbe affrontato con coraggio e radicalmente combattuto, ma che allo stesso tempo provoca irrequietezza, come un quid perturbante che ci ricorda la nostra fallibilità negativa.
Si tratta della violenza. E in questo caso specifico della violenza di genere, un tema che tutto è tranne che omogeneo e univocamente definibile; dallo stalking al femminicidio, dal mobbing al violenza economica, l’aggressività si manifesta nelle forme più eterogenee mettendo anche in discussione il successo di un’analisi scientifica che miri a definizioni.
Ieri pomeriggio i Dott. Andrea Spada, Daniele Vasari, Andrea Montesi e Michele Piga hanno intrattenuto il pubblico con un’opera di divulgazione coinvolgente, riflessiva e incalzante; il tema della violenza è stato affrontato dal punto di vista dei maltrattanti, uomini che, come ha ricordato anche l’Assessora alle Pari Opportunità Maltoni nel suo intervento introduttivo, sono gelosi dell’autonomia decisionale delle loro compagne.
L’obiettivo del CTM è aiutare gli uomini in un percorso di cambiamento, svolgendo un’azione preventiva, di informazione e di ‘alfabetizzazione emotiva’; la violenza contro le donne non è infatti solo un problema del genere femminile, ma di un’intera società a cui risulta più semplice ‘rimuovere’ il negativo, piuttosto che affrontarlo di petto.
In questo modo, ci fanno capire gli psicologi del CTM, non solo si accentuano squilibri emozionali, ma anche forme di aggressione che nascono da irrealistiche rappresentazioni del sé e da un malfunzionamento quasi cronico del rapporto tra uomo e donna.
Il Dott. Daniele Vasari, impegnato professionalmente da dieci anni presso il carcere di Reggio-Emilia, ha presentato al pubblico alcune scene di un film crudo, togli fiato, quasi sublime nella sua capacità di rappresentazione brutale e perturbante; ‘Ti do i miei occhi’, questo il titolo, è una pellicola spagnola del 2003. Racconta la storia turbolenta e passionale di una violenza domestica e lo fa con un’attenta analisi comportamentale dell’aggressore, che, per esempio, prova a controllare la sua rabbia andandosene di casa quando si accorge che potrebbe esplodere in tutta la sua aggressività, ma che poi fallisce e compie di nuovo violenza sulla moglie ‘incapace’ di lasciarlo.
Il Dott. Vasari, con un discorso dalla sensibilità anche sociologica, denuncia come spesso siano i giornalisti stessi ha incentivare la disinformazione sulla violenza di genere; negli ultimi tempi Reggio-Emilia è stata scenario di tre ‘femminicidi’ e, in tutti i tre casi, i titoli dei giornali recitavano la medesima frase: ‘uomo colpito da un raptus’.
Ma che cos’è il raptus?
Una parola che con molta probabilità è utilizzata senza cognizione; prassi comune questa per cui ci impossessiamo e utilizziamo indiscriminatamente una terminologia di mestiere senza conoscere il suo esatto significato.
Centri come il CTM potrebbero essere un aiuto consistente ed efficace nella prospettiva di una logica di collaborazione: urge sempre più un pratico cambiamento di una situazione che non solo sta facendo sempre più paura, ma è anche indice del fatto che in momenti di crisi profonda la società si dovrebbe fermare a pensare, a studiare, a riflettere sul proprio ‘sé’.
La disponibilità al trattamento fa parte di una più ampia e generica apertura al cambiamento, con cui si mettono in discussione le proprie precedenti credenze e convinzioni per vivere, si spera, un futuro in cui la violenza non sia più protagonista.

Incontro aperto UOMINI CONTRO LA VIOLENZA: Percorso di cambiamento per gli uomini autori di violenza di genere

Incontro aperto alla cittadinanza sul tema della violenza di genere e sul servizio di supporto all’uomo maltrattante di recente apertura anche a Forlì: il Centro Trattamento Uomini Maltrattanti – CTM.
Partecipazione libera e gratuita.

Scarica la brochure informativa.

======

PROGRAMMA DELL’INCONTRO:

15.00 – Introduzione Dott. Andrea Spada, psicologo-psicoterapeuta, presidente associazione Delfi, responsabile amministrativo CTM (centro trattamento maschi maltrattanti di Forlì)

15.30 – Intervento Assessori del Comune di Forlì Dott. Davide Drei e Dott.ssa Maria Maltoni.

16.30 – Dott. Daniele Vasari, psicologo-psicoterapeuta, responsabile
scientifico del CTM
Presentazione del servizio CTM : Perché un servizio per uomini maltrattanti su Forlì.

17.00 – Pausa.

17.30 – Dott. Andrea Montesi
Le caratteristiche dello stalking.

18.00 – Dott. Michele Piga, psicologo
Gli stereotipi della violenza.

18.30 – Dibattito.

19.00 – Fine lavori

Recensione di “Troppo non è mai abbastanza”

Andrea Spada del CTM ha recensito per il sito Comicus.it la graphic novel “Troppo non è mai abbastanza” di Ulli Lust, una storia di violenza di genere.

“Ulli è una ragazza austriaca di diciassette anni, e vuole sperimentarsi in un viaggio in Italia. Insieme all’amica Edy intraprende un viaggio senza una meta precisa, senza avvisare i genitori, cercando di oltrepassare la frontiera in modo clandestino e senza un minimo di organizzazione: nessun cambio di vestiti, un sacco a pelo e qualche spicciolo raggranellato qua e là.” Leggi tutto